I malware si diffondono attraverso le fake app

Dato il crescente numero di attacchi informatici nei riguardi dei dispositivi con connettività web, diventa importante prendere le dovute protezioni anti-malware che siano funzionanti anche sui nostri dispositivi mobili. Tuttavia alcune delle applicazioni "antivirus" presenti sul mercato, nascondono in realtà un vero e proprio malware in grado di infettare il vostro dispositivo.

Secondo un nuovo rapporto redatto dalla società di sicurezza RiskIQ, sono centinaia le applicazioni "antivirus" che nascondono un vero pericolo per i dispositivi Android rendendoli molto più vulnerabili.

Il Play Store di Google è un mercato decisamente più accessibile rispetto ad un sistema chiuso come quello creato da Apple per i suoi dispositivi iOS. Tutto questo è un bene per le piccole start up intenzionate a sfondare nel settore del mobile poiché permette loro di raggiungere un pubblico molto più variegato, tuttavia significa dare la medesima opportunità ai truffatori di saturare il Marketplace con applicazioni spam o truffa.

Secondo sempre il rapporto redatto da RiskIQ, all'interno dell'archivio Google Play, le applicazioni antivirus presenti attualmente sono circa 508 di cui 55, ovvero l'11%, note per essere potenzialmente dannose per il dispositivo su cui vengono installate.

Molte di queste applicazioni, sfruttano anche psicosi generate da eventuali notizie in circolazione. Per fare un esempio, nell'archivio Google Play, scrivendo semplicemente "Wanna Cry", questo restituisce decine di risultati. Molti di questi file sostengono di proteggere il telefono dal software dannoso. Naturalmente l'utente medio è all'oscuro del fatto che, i dispositivi mobile, sono immuni da un simile contagio.

Google tuttavia non è all'oscuro del problema e negli ultimi tempi sta cercando di applicare una politica molto più severa per la pubblicazione delle app all'interno del proprio marketplace. Il programma Android Excellence va in aiuto degli sviluppatori e degli utenti evidenziando quelle che sono le applicazioni migliori in termini di sicurezza.

Questi, alcuni consigli rilasciati da RiskIQ per coloro che intendono mantenere il proprio dispositivo sicuro:

  • Scaricate esclusivamente dal Google Play Store
  • Leggete accuratamente la descrizione delle applicazioni cercando errori, incongruenze grammaticali oppure visionando attentamente le recensioni
  • Effettuate una ricerca attenta sull'editore verificando l'indirizzo email, spesso applicazioni note oppure aggiornate possiedono indirizzi email propri (nome@azienda.com/it)