Il digitale è sempre più una competenza di base necessaria

Il digitale è sempre più una competenza di base necessaria

Inutile scappare: in un modo o nell'altro, il digitale ci riguarda tutti. Precedentemente identificate come hard skill, le capacità digitali vengono considerate oggi un vero e proprio alfabeto, senza il quale diventa sempre più difficile trovare o mantenere un posto di lavoro.

Questo non significa che dobbiamo diventare degli sviluppatori o analisti capaci di gestire dati e strategie, ma sarebbe opportuno che tutti imparino le competenze digitali di base. Appare evidente come, sul posto di lavoro, ognuno di noi riesca a muoversi trasversalmente tra le competenze base, ovvero quelle che nel gergo tecnico vengono definite soft. In soldoni, queste sono: la creatività, la capacità di lavorare in team, l’abilità di risolvere problemi o prendere decisioni.

Se andiamo ad analizzare l’argomento nel dettaglio, quelle che sono necessarie per poter svolgere una professione oggi non rientrerebbero appieno all'interno della classificazione poco sopra ma, al contrario, sono competenze che, nell'ultimo secolo, sono state raggruppate in quelle che conosciamo oramai quasi tutti: leggere, scrivere, fare i conti. Questo ci aiuta a capire come, al variare del contesto socio culturale, esse mutino e si evolvano.

Prendendo come esempio la scrittura, da competenza di nicchia essa è passata con il tempo a trasversale. Sempre più persone ne impararono i rudimenti generando, con il tempo, un ventaglio di opportunità lavorative molto ampie. Basti pensare ad esempio alla figura del copywriter, oppure del linguista che fa dello studio della lingua e della fonetica la sua professione. Seguendo questa falsa riga, le competenze digitali stanno percorrendo una strada simile. Inizialmente rappresentavano una competenza di nicchia, una competenza hard ad appannaggio di un'avanguardia di tecnici mutando nel tempo la sua natura al punto che, ad oggi, sempre più persone riescono a utilizzare un pc a livello amatoriale.

La scuola dovrebbe insegnare i rudimenti delle abilità e della maturità digitale per lo stesso motivo per cui si impara a leggere, scrivere e contare. Le nuove generazioni sono letteralmente immersi all'interno di questo mondo, semplicemente perché quest'ultimo ha subito una brusca virata verso la digitalizzazione. Sporcarsi le mani in un contesto del genere fin da piccoli, come accade già alle numerose scuole di "coding" dedicate ai bambini, va ben oltre lo sviluppo di un sito o di una app ma aiuta ad affrontare problemi in modo diverso sviluppando la loro creatività.

Per questo motivo, in una evidente quanto finale trasformazione digitale, è importante cercare di migliorare sempre e costantemente le proprie competenze digitali di base seguendo anche corsi finalizzati alla propria alfabetizzazione digitale in quanto, oramai, per poter anche semplicemente interfacciarsi con il mondo del lavoro, appare evidente come queste skill siano necessarie. Non sarà sicuramente semplice come farlo da bambini ma, per potersi dare una possibilità in questo nuovo mondo, è uno dei migliori modi possibili.